ACT in Italy

Printer-friendly version

La storia

L’interesse per le terapie cognitivo-comportamentali di terza generazione e le applicazioni cliniche dell’ACT è in forte e continua crescita anche in Italia (Moderato, Miselli & Zucchi, 2007). Questo interesse ha solide basi in Italia nelle scienze del comportamento ed in particolare nello studio del comportamento verbale. Già nella seconda metà degli anni ottanta il First Summer Institute on Verbal Relations, che ha portato alla pubblicazione del volume Dialogues on verbal behavior (Hayes, Chase, 1991; con un contributo Italiano di P. Moderato), ha costruito le basi per un continuativo rapporto di ricerca e collaborazione internazionale.

Il volume Pensieri, parole e comportamento: un’analisi funzionale delle relazioni linguistiche (Moderato, Presti, Chase, 2002) che rappresenta la naturale prosecuzione di questo percorso, fornisce i fondamentali per una preliminare analisi scientifica dei processi di base implicati nel linguaggio e nella cognizione umana. La comprensione di questi processi di base, oggi sempre più necessaria, ha portato allo sviluppo e alle applicazioni degli attuali modelli e tecnologie terapeutiche denominate di terza generazione, riunendo il laboratorio con l’ambulatorio (Moderato, Presti e Gentile, 1989).
Questa feconda fusione, che ha caratterizzato la storia della medicina moderna in cui viene data per fondante e quindi scontata e imprescindibile, viene disattesa per scelta ideologica (la contrapposizione idealistica tra scienze naturali vs scienze umane o dello spirito) o ignorata per carenza di conoscenza scientifica, in psicologia.

Questi capisaldi hanno reso possibile la costruzione di una comunità di clinici e ricercatori Italiani (estensione in lingua Italiana della Association for Contextual Behavioral Science - ACBS) (www.contextualscience.org).

Numerose attività sono state realizzate in Italia con la supervisione scientifica di IESCUM (www.iescum.org) che costitutisce l’Italian Chapter dell’Association for Behavior Analysis International. Nell’estate del 2007 come parte integrante della loro formazione clinica 130 psicoterapeuti in formazione iscritti a diverse scuole di psicoterapia cognitivo-comportamentale hanno ricevuto una formazione sull’Acceptance and Commitment Therapy comprensiva di una settimana di Workshop Esperienziale tenuto direttamente da Steve Hayes.

Per favorire la divulgazione scientifica, nel luglio 2007 si è tenuto il primo workshop italiano sull’Acceptance and Commitment Therapy presso l’Università IULM, sede di Milano in cui Steve Hayes ha presentato a un pubblico di professionisti l’approccio ed il modello di terapia.

Per facilitare la comunicazione e la condivisione su questi argomenti è stata aperta una mailing-list in lingua italiana (http://it.groups.yahoo.com/group/ACT-Italia/) per professionisti sul modello della lista “madre” di lingua inglese, che ha così fortemente contribuito allo sviluppo dell'ACT e delle scienze contestuali del comportamento.

Per contribuire allo sviluppo della ricerca clinica sono in corso le validazioni su campione Italiano di alcuni strumenti psicometrici tra i quali l’Avoidance and Action Questionnaire II (AAQII; Hayes, Strosahl, Wilson, Bissett, Pistorello, Toarmino, Polusny, Dykstra, Batten, Bergan, Stewart, Zvolensky, Eifert, Bond, Forsyth, Karekla, & McCurry, 2004) e il Valued Living Questionnaire (Wilson, Sandoz, Kitchens e Roberts, in press).

Per coordinare attività di ricerca, cliniche, formative e creare un’interfaccia per il pubblico è stato aperto il sito www.act-italia.com . Il sito, gestito e curato da due membri fondatori dell’Association For Contextual Behavioral Science, rappresenta il punto di collegamento tra la comunità in lingua italiana e la più estesa comunità internazionale.

Link utili:

per ulteriori informazioni:
http://www.act-italia.org
http://www.iescum.org
per partecipare alla mailing-list: http://it.groups.yahoo.com/group/ACT-Italia/

Per una recente analisi della storia delle scienze del comportamento in Italia:
Moderato, P. & Presti, G. (2006). Behaviorism and the science of behavior: its development in Italy. International Journal of Psychology, 41, 6, 480-485

Moderato, P. (1998) A behavior analyst in the land of behavior therapy, or the evolution of behavior science. In E. Sanavio (Ed.) Behavior and cognitive therapy today. Oxford: Pergamon

Approfondimenti in italiano:
Meazzini, P. (1995). La FAP e l’ACT: ovvero la via skinneriana alla psicoterapia. In P. Meazzini, La terapia del comportamento: un storia (pp.88-90). Gorizia: Editrice Tecnoscuola.

Moderato, P., Presti, G., & Chase, P.N. (2002). Pensieri, parole e comportamento: un’analisi funzionale delle relazioni linguistiche. Milano: McGraw-Hill.

Presti, G., (2007). Un nuovo stato di coscienza: gli studi sul comportamento verbale e la terapia comportamentale. In Atti del XIV Congresso Nazionale AIAMC. Genova 8-11 Novembre.

Miselli, G. & Zucchi, G. (2007) ACT: L’Acceptance and Commitment Therapy in Italia. In Atti del XIV Congresso Nazionale AIAMC. Genova 8-11 Novembre.

Miselli G. & Zucchi G. (2007). Comunicazione e cambiamento: lo studio scientifico della comunicazione terapeutica., In P. Moderato (ed.). Interazioni del Comunicare: linguaggi, contenuti, funzioni. Milano: IESCUM Press

Sturmey, P. (2001). ABC ed eventi interni. In P. Sturmey, Analisi funzionale in psicologia clinica (pp.186-192). Milano: McGraw-Hill.

English Translation:

Those antecedents have made possibile the organization of the first Italian Workshop on Acceptance and Commitment Therapy. The workshop (06/28-30/2007), run by S. Hayes e J. Pistorello, will involve more than fifty Psy.D. and Psychotherapist in training. Moreover an introductory workshop on ACT will be held by S.C. Hayes in Milan on the third of July 2007.

To facilitate the development of of an italian speaking community of professionals, was created an Italian list-serve.

Link:
for information and registration to the ACT workshop: http://www.iescum.org
for the list-serve: http://it.groups.yahoo.com/group/ACT-Italia/

For a recent analysis of the development of Science of Behavior in Italy:
Moderato, P. & Presti, G. (2006). Behaviorism and the science of behavior: its development in Italy. International Journal of Psychology, 41, 6, 480-485.

Moderato, P. (1998) A behavior analyst in the land of behavior therapy, or the evolution of behavior science. In E. Sanavio (Ed.) Behavior and cognitive therapy today. Oxford: Pergamon.

Approfondimenti in italiano:
Meazzini, P. (1995). La FAP e l’ACT: ovvero la via skinneriana alla psicoterapia. In P. Meazzini, La terapia del comportamento: un storia (pp.88-90). Gorizia: Editrice Tecnoscuola.

Moderato, P., Presti, G., & Chase, P.N. (2002). Pensieri, parole e comportamento: un’analisi funzionale delle relazioni linguistiche. Milano: McGraw-Hill.

Sturmey, P. (2001). ABC ed eventi interni. In P. Sturmey, Analisi funzionale in psicologia clinica (pp.186-192). Milano: McGraw-Hill.